PRIMA DI VENIRE

Polonia


La Polonia è un paese democratico, situato nell'Europa centrale, che vanta oltre mille anni di storia. La ricca e complessa storia del paese, patrimonio culturale, splendido panorama del Mar Baltico, montagne e eccezionali fauna e flora possono farti innamorare della Polonia!

Ci sono diversi stereotipi su ogni paese del mondo. Questa cosa vale anche per la Polonia, ma hai la certezza che tutti sono veri? Vieni e scopri la verità!

INFORMAZIONI GENERALI

Capitale: Varsavia

Lingua: polacco

Confini: Germania, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ucraina, Bielorussia, Lituania, Russia

Popolazione: 38 milioni

Area: 322.575 km²

Fuso orario: CET (UTC + 1 Estate (DST) CEST (UTC + 2)

Clima: moderato con estati miti e inverni rigidi

Valuta: Złoty (PLN, zł), 1 złoty = 100 centesimi

Tipo di Governo: Repubblica, Democrazia parlamentare

Il membro di: UE, ONU, NATO, OCSE, OMC e tanti altri

 

 

Tante attrazioni polacche vengono apprezzate per i suoi valori dall’UNESCO, ma anche dalle persone come te, visto il numero di turisti che aumenta ogni anno. Essendo in Polonia devi assolutamente visitare i posti come: Cracovia e Wieliczka, Varsavia, Danzica, Częstochowa, Auschwitz e l'affascinante Zakopane.

Attualmente la Polonia si stà sviluppando in modo dinamico in tutti gli aspetti di vita. Si può notare la presenza di nuovi aeroporti, stazioni ferroviarie, strade e nuovi musei, intrastrutture per gli amanti delle diverse attività, per esempio di ciclismo e canoa.

REGOLAMENTO VISTI

La Polonia appartiene allo Spazio Schengen, all’interno del quale è garantita la libera circolazione dei cittadini. I paesi che hanno accettato l’abolizione dei controlli, nello stesso tempo hanno stabilito le frontiere esterne di questa zona.

L'ELENCO DEI PAESI DI CUI CITTADINI SONO ESENTI DALL’OBBLIGO DI VISTO IN POLONIA

A: Albania (solo i titolari del passaporto biometrico), Andorra, Antigua e Barbuda, Argentina, Australia, Austria
B: Bahamas, Barbados, Belgio, Bosnia-Erzegovina (solo i titolari del passaporto biometrico), Brasile, Brunei, Bulgaria
C: Cile, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Canada, Colombia, Corea del Sud, Costa Rica.
D: Danimarca
E: Estonia, Emirati Arabi Unit
F: Finlandia, Francia
G: Grecia, Guatemala, Giappone, Germania, 
H: Honduras, Hong Kong
I: Irlanda, Islanda, Israele, Italia, Irlanda del Nord
L: Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Lettonia
M: Macedonia (solo i titolari del passaporto biometrico), Macao, Malesia, Malta, Mauritius, Messico, Moldavia (solo i titolari del passaporto biometrico), Monaco, Montenegro (solo le persone che hanno il passaporto biometrico)
N: Nicaragua, Norvegia, Nuova Zelanda
P/R: Panama, Paraguay, Portogallo, Romania, Paesi Bassi, Regno Unito di Gran Bretagna
S: El Salvador, Saint Kitts e Nevis, San Marino, Serbia (solo i titolari del passaporto biometrico), Seychelles, Singapore, Slovacchia, Slovenia, Svizzera, Svezia, Spagna, Stati Uniti d'America
T: Taiwan (solo i titolati del documento con il numero di carta d’identità), Tonga
U: Uruguayi, Ungheria
V: Città del Vaticano, Venezuela

 Questi regolamenti non sono applicabili per il soggiorno permanente per motivi di lavoro o altri motivi lucrativi (tranne per i cittadini UE).

 

 

LE CONDIZIONI D'INGRESSO DI CITTADINI DI PAESI TERZI POSSONO RICHIEDERE IL VISTO:

I cittadini di paesi terzi possono entrare in Polonia, purché abbiano uno dei documenti sottoelencati:

Visto Schengen Uniforme di breve durata (C)

Visti per soggiorni di lunga durata o "Nazionali" (D) [Il periodo di validità del visto nazionale di lunga durata non può essere superiore a 1 anno]

Permesso di soggiorno in Polonia

Permesso di soggiorno o un visto nazionale emesso da un altro Stato Schengen

L’ingresso nel territorio dei Paesi Schengen,  per i cittadini di paesi terzi è consentito dopo aver presentato il valido documento ed il visto, se richiesto. In più è necessario soddisfare i requisiti di: 

- Giustificare lo scopo e le condizioni del soggiorno, e dimostrare di disporre di mezzi finanziari sufficienti durante il soggiorno, ed alle spese per il ritorno nel Paese di provenienza (o per il transito verso uno Stato terzo)

- Non sono segnalati ai fini della non ammissione

- Non sono considerati come persone, che possono influenzare l'ordine pubblico, la sicurezza o le relazioni internazionali di uno dei paesi Schengen

 

Dopo aver passato il controllo delle frontiere, i cittadini sono liberi di viaggiare all'interno dello spazio Schengen.

 

Per l’ingresso, il soggiorno o il transito nell’intero Spazio Schengen, gli stranieri devono essere in possesso di uno dei tipi di visti:

  • Transito Aeroportuale (tipo A) – valido solo per l'aeroporto, il titolare non può lasciare la zona di transito aeroportuale
  • Soggiorno di breve durata, o di viaggio, (tipo C) fino a 90 giorni, valido per 6 mesi dalla data del primo ingresso

I paesi Schengen possono anche emettere i visti nazionali di lunga durata (D) e permessi di soggiorno.

Per ulteriori informazioni riguardanti l'ingresso e il soggiorno in Polonia, si può raggiungere i dipartimenti consolari di competenza.

COSA METTERE IN VALIGIA

Il contenuto della nostra valigia, zaino o borsa dipende dal carattere e della durata del viaggio e ognuno dovrebbe pensare individualmente su cosa portare con sé. Qui sotto abbiamo preparato la lista delle cose, che si possono considerare utili durante questo viaggio.

                                   

Obbligatorio:

- I documenti – la carta d'identità o il passaporto (controllare la data di scadenza)

- La fotocopia di documenti (consigliamo di tenerla in un altro posto, rispetto all’originale)

- I soldi – la maggior parte delle valute si può comprare nelle banche oppure negli uffici di cambio, comunque consigliamo di avere gli Euro oppure i dollari americani. In molti posti turistici come nei ristoranti, alberghi e nelle attrazioni turistiche si può pagare in euro o in dollari americani, comunque il tasso di cambio in questi posti è peggiore.

- La carta di debito o la carta di credito - In Polonia i bancomat sono disponibili quasi ovunque. Nella maggior parte di albergi, ristoranti, negozi e attrazioni turistiche si può pagare con la carta, comunque consigliamo di avere una piccola somma di soldi in contanti, ad esempio per aquistare i souvenir nei mercati locali.

- Il visto – se necessario (vedi sopra maggiori informazioni su questo argomento)

- I biglietti aerei

- La patente di guida o la patente di guida internazionale (necessaria per le persone provenienti da paesi non UE) – per le persone che sono interessate ad un'auto a noleggio in Polonia

- La polizza di assicurazione - durante ogni viaggio, vale la pena di avere l'assicurazione infortuni. In caso di urgenza potrebbe ridurre lo stress e evitare inutili costi.

- L’abbigliamento: camicia/maglione, t-shirt, pantaloni lunghi, pantaloni corti, giacca impermeabile, cappello, gonna

- La giacca invernale (obbligatorio da ottobre/novembre fino a marzo/aprile)

 

 

- Gli altri vestiti

- Il kit di pronto soccorso: cerotto, benda, antidolorifico, rimedi influenza, rimedio per la diarrea e costipazione, crema con protezione UV, le proprie medicine, repellenti contro le zanzare - nonostante il fatto che in Polonia non c’è nessun pericolo di un’infezione di malaria, vale la pena di avere tale prodotto (soprattutto durante le gite fuori città). I repellenti possono essere acquistati anche in Polonia, nella maggior parte dei negozi.

Comunque se dimenticherete alcune medicine per il viaggio, potrete aquistarle in Polonia senza problemi.

La borsa per i cosmetici: deodorante, spazzolino da denti e dentifricio, docciaschiuma, crema da barba, crema, shampoo, salviettine e cosmetici per il make-up (tutto secondo le vostre preferenze). Comunque tutti i cosmetici, si possono acquistare anche in Polonia.

I dispositivi elettronici – adattatore di corrente (in Polonia c’è la tensione di rete a 220 V attraverso la spina elettrica del tipo E o C con due perni rotondi), cellulare, macchina fotografica, videocamera, batterie, caricabatterie, cuffie, POWERBANK, torcia elettrica, asciugacapelli, piastra per capelli, ferro da stiro.

Ricordatevi, che questi consigli sono soltanto le nostre proposte, cui raccomandiamo di prendere in considerazione, menre preparate la valigia. Non c'è bisogno di prendere troppe cose, per evitare di trascinare dopo tutto il peso. Se per un caso dimenticherete qualcosa, in Polonia si può aquistare di tutto. Dovreste ricordarvi soprattutto dei documenti e dei soldi.

LA CUCINA POLACCA

Il turismo gastronomico è uno degli aspetti più piacevoli di un viaggio. A chi non piace scoprire nuovi sapori in posti nuovi? Naturalmente è possibile andare nei ristoranti dove vengono serviti dei piatti tipici del proprio paese, ma ha senso di mangiare la propria cucina all’estero? Prova ad assaggiare l'esplosione di sapori!!!

I confini del nostro paese, che sono cambiati durante i secoli, nonché i paesi confinanti hanno impattato molto la nostra nazionale tradizione culinaria. In cucina polacca osserviamo una forte influenza della cucina: russa, tedesca, austriaca, ebraica, francese e lituana. Nonostante l’impatto di molte culture, la cultura culinaria polacca è riuscita a perdurare.

I piatti polacchi più importanti includono le zeguenti zuppe: żurek (minestra acida), zuppa di funghi e trippa, diversi tipi di carne: dziczyzna (selvaggina), piatti a base di pollame - anatra arrosto con mele e polli ripieni. Bisogna assaggiare anche involtini ripieni (gołąbki), bigos e pierogi.

Minestre:

- Barszcz biały – Minestra acida di amido di frumento con maggiorana, patate e a volte con panna

- Barszcz czerwony – Zuppa di barbabietole rosse, carni di vitello e diverse verdure, servita con tortellini

- Żurek – Minestra di segale acida con patate, salsicce o uova, a volte servita in una pagnotta di pane

- Krupnik – Zuppa sulla base di orzo, con verdure e pezzi di carne affumicata

- Kapuśniak – Zuppa di cavolo sulla base di crauti

- Zupa ogórkowa – Ingrediente principale sono i cetrioli marinati

- Rosół – Brodo di pollo, servito con la pasta

- Zupa pomidorowa – Zuppa di pomodoro alla base di concentrato di pomodoro, oppure pomodori freschi, solitamente servita con riso o pasta

- Grochówka – Zuppa di piselli cotti

- Zupa grzybowa – Zuppa di funghi di bosco, spesso cremosa

- Flaczki – Minestra di trippa di manzo, con pezzi di carne e verdure

Antipasti:

- Smalec – Strutto con cipolla fritta, maggiorana e talvolta con mela o prugna. Si spalma sul pane e si serve con cetrioli sott'aceto come antipasto prima del pasto principale

- Śledzie w śmietanie – Aringhe in panna acida, di solito con la cipolla

- Boczek ze śliwką – Pancetta ripiena di prugne secche

- Tatar – Carpaccio di carne macinata con la cipolla tritata e tuorlo d'uovo crudo

Secondi – Carni bovine:

- Eskalopki z cielęciny – Scaloppine di vitello

- Polędwiczki wołowe – filetto di manzo, spesso servito con salsa di funghi

- Ozór wołowy – Lingua di manzo bollita

- Pezzi di carne con salsa di rafano – manzo bollito, servito con salsa di rafano

- Zrazy zawijane – Polpette di carne di manzo, con pancetta, cetrioli sott’aceto, cipolle o peperoni rossi, condite con salsa piccante

Secondi – carni suine:

- Golonka w piwie – Stinco di maiale, a volte cotto alla birra, sempre servito con rafano. È un piatto molto grasso

- Karkówka – Nuca arrosto o cotta

- Kotlet schabowy – Tradizionale cotoletta impanata 

- Kiełbasa – Salsiccia polacca. Sopprattutto consigliamo di assaggiare quella bianca. Si mangiano solitamente con cetrioli sott’aceto. Ideali come antipasto insieme alla birra o vodka.

- Żeberka w miodzie – Costolette di maiale al miele.

 

 Secondi – piatti di pollame:

- Kaczka z jabłkami – Anatra al forno con le mele

- Kurczak de volaille – Bistecche di pollo cotte al burro, ripieno di funghi e crostini

- Wątróbki drobiowe – Fegatini di pollo, di solito fritti e serviti con cipolla


Altri piatti di carne:


- Baranina – Agnello arrosto o alla griglia - popolare soprattutto in montagna

- Klopsiki – Polpettone, spesso con salsa di pomodoro

- Bigos: Stufato di crauti con pezzi di varie carni, salumi, verdure e funghi. È un piatto molto tradizionale

- Dziczyzna – Selvaggina, soprattutto: lepre, cinghiale, fagiano

- Fasolka po bretońsku – Fagioli con pancetta, pomodori e salsiccia

- Gołąbki – Involtini di cavolo con ripieno di carne o riso

- Kaszanka – Sanguinaccio, salsicca alla griglia o al forno con semole e sangue di maiale

 

 Piatti di pesce:


- Karp po żydowsku - Carpa in gelatina con uvetta, piatto tipico ebraico

- Łosoś – Salmone, di solito al forno o bollito in salsa di aneto

- Pstrąg – Trota, a volte servito con il cognac o altro alcol o mandorle

- Sandacz – Luccioperca, di solito fritto o bollito

 

Altri piatti:


- Pierogi – Ravioli ripieni con ingredienti diversi: cavolo con funghi, formaggio e patate ( "pierogi ruskie"), carne, frutta

- Naleśniki – Omelettes farcite con marmellata, frutta, formaggio etc.

- Knedle – Gnocchi di patate ripieni di frutta, di solito prugne

 

Contorni:

- Kopytka – Gnocchi serviti con panna o pancetta

- Kluski śląskie – Specialità della Slesia, gnocchi preparati a base di patate bollite

- Kasza gryczana – Grano saraceno, di solito bollito e servito con pancetta

- Placki ziemniaczane – Frittelle di patate crude, fritte in olio

- Diversi tipi di insalate


Dessert:

- Faworki – Sottili biscotti croccanti cosparsi di zucchero a velo

- Galaretka – Gelatina alla frutta, servita con panna montata o frutta

- Makowiec – Dolce torta ai semi di papavero

- Pączki – Bomboloni fritti, ripieni solitamente di marmellata di rose o frutta

- Sernik – Torta di formaggio bianco

- Szarlotka – Torta con riepieno di mele, spesso servita con la panna montata e una palla di gelato

FESTE E TRADIZIONI

Non ci sono dubbi sul fatto, che le vacanze piacciono a tutti. Spesso durante i viaggi di vacanza abbiamo un’unica ocassione di partecipare agli eventi, feste tradizionali e diverse celebrazioni es. il carnevale di Rio de Janeiro o Capodanno in Cina. Anche in Polonia ci sono molte feste interessanti, alle quali vale la pena di partecipare.

Da un altro lato, ci sono persone che preferiscono stare lontane dalla folla di gente. Durante la stagione estiva, spesso i negozi sono chiusi, i mezzi pubblici hanno un diverso orario, così come alcuni musei, gallerie e attrazioni turistiche possono essere chiusi.

Pertanto bisogna sapere quando si svolgono queste feste. Qui di seguito c’è un elenco delle feste polacche più importanti: 

L’ultimo giovedì  prima della Quaresima, di fronte alle pasticcerie in Polonia, ci sono sempre grandi file dovute al profumo di ciambelle fritte, ripiene di marmellate di rosa, budino e altri ripieni. Il Martedì Grasso è il giorno della crapula nel mangiare, una vera festa per gli intenditori e buongustai.

Natale è la festa più importante e più popolare dell’anno, che si trascorre in famiglia. La cena tradizionale è composta da 12 piatti e dovrebbe iniziare con la condivisione dell’ostia. Durante la Pasqua invece, la famiglia polacca si unisce per la colazione, durante la quale condivide un uovo sodo benedetto.

Altre feste religiosi si celebrano meno solennemente:

L'Epifania – Durante questa festa, i cattolici usando il gesso, crivono sulle porte delle case le tre lettere C + M + B (Christus Mansionem Benedicat), che tradotte hanno più o meno il significato di “Cristo benedica questa casa”. Comunque il Lunedì di Pasqua, la gente gioca e fa scherzi spruzzandosi con dell’acqua.

La Domenica di Pentecoste – I cattolici portano in chiesa le spighe di erba

Il Corpus Domini – I cattolici partecipano alla processione di quattro altari

L'Assunzione di Maria in Cielo – Migliaia di pellegrini vanno a Częstochowa (dove c’è il monastero di Jasna Góra ed il santuario dedicato alla Beata Vergine Maria) per poter partecipare ad una messa cerimoniale.

È necessario sapere, che durante le feste nazionali in Polonia principalmente la gente viaggia per poter riposare fuori città. Il 1°, 2° e 3° maggio le strade delle città sono vuote, mentre le località turistiche sono piene di gente.

Alla gente in Polonia piace celebrare anche le feste che sono normali giorni lavorativi:

- Festa della donna
- Festa dei bambini
- Festa del minatore
- Festa di San Valentino
- Onomastico Andrea – La festa prima di avvento

Non ha importanza se la tradizione di una festa viene da est o da ovest. Il più importante è il divertimento ed il fatto che ci ricordiamo dei nosti parenti e amici.

 

 

 

 

 

 

Le feste più importanti (giorni non lavorativi) nel 2017:

  • 1° gennaio – Il Capodanno
  • 6° gennaio – La Festa dei Re Magi (l’Epifania)
  • 16° aprile – La Pasqua (festa mobile)
  • 17° aprile – Il Lunedì di Pasqua (festa mobile)
  • 1° maggio – La Festa del lavoro
  • 3° maggio – Il Giorno della Costituzione
  • 4° giugno – La Domenica di Pentecoste (festa mobile)
  • 15° giugno – Il Corpus Domini (festa mobile)
  • 15° agosto –L'Assunzione di Maria in Cielo
  • 1° novembre – Il Giorno di Tutti i Santi
  • 11° Novembre – Il Giorno dell'Indipendenza
  • 25° dicembre – Il Natale
  • 26° dicembre – Il Natale
Contattateci

I tuoi tour preferiti